Hilfestellung

Ricapitolazione settimanale: Bitcoin (BTC) Awaits Awaits Decisive Breakout, Ethereum (ETH) Tests Key Support Level

Il pioniere della crittovaluta ha avuto un’altra settimana difficile. Il suo prezzo è riuscito a salire di oltre il 5% dopo l’apertura settimanale, passando da un minimo di 9.300 dollari a un massimo di 9.800 dollari. Ma con il progredire della settimana, Bitcoin ha ridotto tutti i guadagni sostenuti per terminare l’1,44% in meno il venerdì.

Solo il 24 giugno, BTC ha registrato un calo del 4,4% per raggiungere il minimo di 9.210 dollari. Poche ore prima della chiusura di mercoledì, tuttavia, è aumentata dell’1% e ha concluso la giornata a 9.310 dollari. Gli orsi hanno continuato ad avere il pieno controllo dei prezzi il giorno successivo, che ha visto Bitcoin cancellare 250 dollari del suo valore in un’ora.

In effetti, la valuta di punta è scesa a 9.010 dollari il 25 giugno, ma gli investitori sembrano aver apprezzato i bassi prezzi per tornare sul mercato. Con l’aumento della pressione di acquisto, Bitcoin Trader è riuscita a chiudere giovedì a 9.260 dollari.

Venerdì 26 giugno, ha visto anche un’azione al ribasso dei prezzi da quando BTC è scesa al minimo di 9.055 dollari durante la prima metà della giornata. Ma dopo le 15:00 UTC, i tori sono intervenuti e il suo prezzo è salito dell’1,3% per chiudere a 9.170 dollari.

Nonostante la crescente pressione di vendita, il Bitcoin rimane contenuto all’interno di un triangolo ascendente sul suo grafico a 1 giorno. L’ipotenusa di questo modello, così come il 23,6% del livello di ritracciamento di Fibonacci a 8.900 dollari (misurato dal 13 marzo basso di 3.620 dollari al 1° giugno alto di 10.500 dollari), stanno attualmente fornendo un forte sostegno.

Superando quest’area critica si potrebbe innescare un calo del 18,5% che manda il Bitcoin a 7.700 dollari o meno. Nel frattempo, un picco della domanda intorno agli attuali livelli di prezzo che permette a BTC di rimbalzare su questa barriera potrebbe vederla salire verso i 10.000 dollari.

L’Ethereum rimane al di sopra del supporto chiave per un’altra settimana

Come Bitcoin, anche Ethereum ha dato il via alla settimana con il piede giusto. Dopo l’apertura di lunedì, il 22 giugno, il gigante dei contratti intelligenti è salito di quasi l’8,5% fino a un massimo di 247 dollari, ma solo poche ore prima della chiusura della giornata è sceso dell’1,5% per terminare a 243,4 dollari.

L’azione al rialzo dei prezzi di lunedì non si è riversata nel giorno successivo, poiché l’Etere è rimasto stagnante. Il suo prezzo è stato scambiato per lo più tra i 245 e i 242 dollari, e ha chiuso il 23 giugno a 243,50 dollari.

Ciononostante, la volatilità ha colpito il 24 giugno, dando luogo a uno dei movimenti di prezzo più selvaggi della settimana. L’etereum è salito di quasi il 3% fino ad un massimo di 250 dollari, ma questa barriera di resistenza è riuscita a tenere. Il rifiuto ha fatto precipitare l’Etereum del 6,20% e ha chiuso mercoledì a 234,80 dollari.

Anche i due giorni successivi della settimana sono stati caratterizzati da una tendenza al ribasso che ha fatto chiudere l’Etereum venerdì 26 giugno, 0,70% in più rispetto all’apertura settimanale a 230 dollari.

Mentre il livello di supporto di 225 dollari continua a tenere, si sta indebolendo nel tempo. Gli investitori devono prestare molta attenzione a quest’area di supporto perché un aumento degli ordini di vendita potrebbe consentire all’Etereum di scendere al di sotto di esso. Se ciò dovesse accadere, la seconda più grande crittovaluta per limite di mercato potrebbe scendere a 200 dollari.

L’alta volatilità è in corso

Il 22 e il 24 giugno sono stati giorni piuttosto significativi per Bitcoin ed Ethereum. I loro prezzi sono riusciti a salire all’inizio della settimana, ma poi gli orsi hanno preso il controllo dell’azione dei prezzi. Indipendentemente dalla volatilità, queste crittocorse non hanno fornito un chiaro segno di ciò che il futuro ha in serbo per il futuro da una prospettiva macro.

Per questo motivo, gli investitori devono rimanere pazienti in attesa che Bitcoin rompa il supporto di 8.900 dollari o il livello di resistenza di 10.000 dollari. Una chiusura giornaliera di candele al di sotto o al di sopra di quest’area determinerà la prossima destinazione di BTC. Per Ethereum, l’area critica da tenere d’occhio è definita dal supporto da 225 dollari e dal livello di resistenza di 250 dollari.